Home / Asia / Guida Birmania: consigli di viaggio
birmania

Guida Birmania: consigli di viaggio

La Birmania oggi chiamata Myanmar fa parte dell’Asia sud orientale, è bagnata dall’Oceano Indiano e confina con la Cina, la Thailandia, il Laos, l’India e il Bangladesh.
In estate la piovosità è elevata mentre d’inverno la Birmania è soggetta a periodi di siccità, le temperature sono sempre elevate con modeste escursioni.
I Birmani sono prevalentemente di religione buddista, la lingua ufficiale è il birmano mentre l’inglese è usato per i rapporti commerciali.
La Birmania è uno dei paesi meno influenzati dall’occidente e visitarlo farà scoprire davvero luoghi e culture particolari.

Viaggio in Birmania consigli

Il consiglio fondamentale per chi intraprenderà un viaggio in Birmania è quello di vaccinarsi da epatite A e B, dal tetano, poliomelite e rabbia. In Birmania inoltre è molto diffuso il virus HIV. Prima della partenza consultate il vostro medico per tempo così da spiegarvi le modalità e le tempistiche di vaccinazione.
Portare con se alcuni medicinali di base o che voi utilizzate solitamente è buona norma.
Si consiglia di evitare di bere l’acqua dal rubinetto in Birmania ma bere solo dalle bottiglie.
I trasporti interni al paese non sono efficienti e sempre sovraffollati, treni compresi, i turisti infatti prediligono spostarsi con gli aerei interni.
Se deciderete di recarvi in Birmania con delle guide avrete tutte le informazioni dettagliate ed un valido appoggio, per chi invece viaggerà solo è bene abbia una guida con tutte le informazioni utili ed i consigli, e contattate le ambasciate sia in Italia che in Birmania per avere maggiori informazioni.

Voli Birmania

Per raggiungere la Birmania è indispensabile viaggiare in aereo, molte le compagnie che effettuano il viaggio dagli aeroporti italiani. La durata del viaggio varia in base agli scali previsti e ci si aggira attorno alle 14 con uno scalo. I prezzi sono differenti anche in base alle offerte in atto, si parte da un minimo di Euro 450 per un biglietto solo andata per la Birmania.
Per gli spostamenti interni in Birmania si consiglia l’aereo che collega le principali località turistiche, si tratta però non sempre di voli economici soprattutto se acquistati all’ultimo minuto.

Visto e passaporto per la Birmania

I viaggiatori devono essere in possesso di un visto d’ingresso valido, visto turistico o business da richiedere presso l’ambasciata o comodamente online dal sito http://evisa.moip.gov.mm/.
Il visto turistico ha durata di 28 giorni e deve essere rilasciato ovviamente prima della partenza.
Il visto è valido solo se entrerete in Birmania attraverso i 3 aeroporti principali: Mandalay, Yangon e Nay Pyi Thaw. È possibile entrare via terra dalla Thailandia con questo visto.
I viaggiatori, anche minorenni, devono essere in possesso di passaporto valido, per chi non lo ha basta farne richiesta presso la questura in Italia.

Birmania cosa vedere

I luoghi da visitare in Birmania sono davvero molti, tutti da scegliere in base ai propri gusti ed idea di viaggio.
Il Shwedagon Paya a Yangon è una pagoda simbolo della Birmania che si consiglia di visitare al tramonto perché particolarmente suggestiva con il riflesso del sole serale.
La collina della città di Mandalay da visitare al mattino per vedere anche i mercati locali, domina su tutte le altre città ed offre una vista mozzafiato.
L’antica città reale di Minguin è anch’essa da visitare e famosa per la grandissima pagoda incompiuta. La cima della città si raggiunge tramite un percorso di gradini di pietra, oppure tramite scala mobile.
Un’escursione particolare e degna di nota è il volo in mongolfiera sui 2000 templi di Bagan; la città è visitabile anche con il pittoresco tuk-tuk il taxi a tre ruote o in bicicletta.
Altrettanto pittoreschi il lago Inle, la capitale Rangoon e tanto altro.

Tour della Birmania

Differenti sono le formule proposte dai vari tour operator per effettuare il tour della Birmania, la durata varia da un minimo di 10 giorni fino a 15. Si consiglia di prenotare prima della partenza perché spesso sono tour “tutto compreso”, mentre direttamente in Birmania esistono tour da prenotare anche sul posto e che vi mostreranno svariati itinerari.

Birmania quando andare

Il periodo migliore per visitare la Birmania è quello compreso tra Novembre e Febbraio, quando cioè il caldo non è eccessivo e le piogge meno frequenti.

Cosa mangiare in Birmania

La cucina birmana ha influenze tailandesi, cinesi ed indiane, il piatto tipico per la colazione è chiamato Mohinga, cioè noodle di riso in zuppa di pesce decorato e condito con aglio, zenzero, cipolle, citronella e coperto da fiori di banano, uova bollite e frittelle.
Svariate le insalate proposte come piatto veloce chiamate Thoke, tutte con noodle di riso o grano, foglie di the in salamoia, pasta di pesce ecc.
molto consumato il pesce in svariati modi, e la carne di maiale e pollame a seconda delle zone.
Carne e spaghetti conditi con curry, zuppe, chutney e anche dolci da accompagnare al the rosso con latte e molto zuccherato.
Ogni zona ha le sue ricette tipiche dovute anche alle influenze dei popoli vicini, non è infatti difficile trovare locali nei quali viene servita la cucina cinese, tailandese ed indiana.
Si tratta di una cucina semplice e genuina.

Leggi anche

mongolia

Guida Mongolia: consigli di viaggio

Viaggio in Mongolia consigli Se viaggiare è la vostra passione e siete in cerca di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *