Home / Consigli di viaggio / Vacanza in mare: ecco qualche consiglio di base

Vacanza in mare: ecco qualche consiglio di base

La vacanza al mare è sempre il desiderio della maggioranza delle persone quando si avvicina l’estate. Tutti attendono la bella stagione per andare verso spiagge di località più o meno conosciute. C’è chi ama immergersi nella folla, oltre che tra i flutti, e c’è invece chi preferisce andare a trovare posticini isolati e quasi incontaminati dove tuffarsi.

Ma nel titolo non ho promesso di dare consigli a chi vuole fare la vacanza al mare, ma a chi vuole stare proprio in mare, quindi su una barca.

Sicuramente non sono le ferie adatte a tutti, ma chi ha un minimo di spirito d’adattamento e anche un pizzico di voglia d’avventura può stupirsi delle emozioni che si provano viaggiando su un natante alla scoperta di acque cristalline e litorali irraggiungibili da terra.

Ora è il momento di dare qualche dritta a chi si approccia a questo tipo di vacanza.

Sai già con chi salirai a bordo?

Chi decide di fare la sua prima vacanza in barca deve assolutamente riflettere su cosa vuole fare una volta a bordo e anche con chi condividerà quegli spazi limitati.

Partiamo dalle dimensioni. Anche su un enorme yacht, quando si è a largo non c’è modo di prendersi una pausa da tutti e farsi una passeggiata in completa solitudine. Per questo è meglio avere angoli di privacy non troppo angusti.

Più è grande la barca e più è costosa, questo è vero, ma c’è sempre l’opportunità di dividere le spese condividendo la vacanza con altre persone. Trovarsi per la prima volta a navigare con estranei è un’esperienza per chi è davvero molto socievole ed è in grado di adattarsi alle abitudini di altri individui.

Se si parte con la propria famiglia tutto potrebbe essere più semplice, ma dipende anche dall’età dei membri e da come si troveranno ondeggiando tra le onde.

Anche le attività che si vogliono fare in barca possono influire sulla riuscita della vacanza.

Se si vuole stare semplicemente al sole e fare qualche tuffo, è sicuramente meglio non accodarsi a un gruppo molto avventuroso o a chi vuole incentrare le proprie ferie sulla pesca.

Bisogna anche ricordarsi che ci sono barche a vele e a motore, con e senza equipaggio.

Scegli il tipo di barca che fa al caso tuo

Naturalmente non si può improvvisamente partire in solitaria per solcare i mari. Chi si avvicina per la prima volta ad una barca deve avere uno skipper a bordo o noleggiare una barca con equipaggio.

Inoltre si può scegliere una barca a motore per avere una navigazione più lineare e senza vincoli dovuti al vento o una barca a vela per fare un’esperienza più autentica.

Come si noleggia una barca?

La cosa più semplice da fare oggi quando si vuole noleggiare una barca per le proprie vacanze è quella di sfruttare internet.

Esistono siti specializzati, come ad esempio marenauta.com, che permettono di selezionare la località, il tipo di barca, il numero di persone e con un click danno una bella lista d’imbarcazioni tra cui scegliere.

Non rovinarti le vacanze in barca dimenticandoti alcune cose fondamentali

Ci sono cose che bisogna per forza mettere in valigia quando si affronta una vacanza in barca.

A parte pensare alle provviste, ai documenti e al costume da bagno, è importante avere le medicine che si devono prendere regolarmente (le farmacie non sono sempre raggiungibili velocemente) e quelle utili per vincere il mal di mare.

Importante anche avere vestiti comodi e calzature adatte, ma c’è da dire che spesso si sta a piedi nudi in barca.

Infine è sempre bene portare occhiali da sole, cappelli e la crema solare giusta per la protezione della propria pelle.

Leggi anche

tortellini

Emilia Romagna da gustare: un tour enogastronomico

Se siete appassionati di viaggi, buon cibo e ottimo vino questo articolo fa proprio per ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *