Home / Europa / Guida Belgio: quando andare e cosa vedere
belfry bruges

Guida Belgio: quando andare e cosa vedere

Dalla capitale d’Europa, Bruxelles, alla Venezia del Nord, Bruges, passando per le 2 mila cioccolaterie e le birrerie più famose del Vecchio Continente. Il Belgio è un Paese speciale. Negli ultimi anni, il turismo sta premiando una nazione che fino a qualche anno fa veniva incolpevolmente trascurata dai più importanti tour operator, nonostante regioni affascinanti quali le Fiandre e la Vallonia, terre che vivono entrambe di turismo e passione per la bicicletta. Per il popolo belga, il mezzo a due ruote è una vera e propria istituzione.

Quando andare in Belgio

Il periodo migliore per visitare il Belgio va da metà maggio a metà settembre. Se possibile, evitare di partire a luglio e agosto, vista la probabilità più alta di precipitazioni. In questa finestra temporale, però, ci sono anche le maggiori possibilità di godere di splendide giornate di sole, evento rare da queste parti.

Cosa vedere in Belgio

Un tour ideale del Belgio può essere fatto partire dalla Vallonia, atterrando all’aeroporto di Liegi, il principale centro di questa regione. Da visitare la caratteristica piazza del mercato, il centro di tutta la città, dove si affacciano splendidi edifici storici. Da Liegi si raggiunge Bruxelles, la capitale d’Europa. Il suo simbolo è la Grand Place, una delle piazze più affascinanti di tutto il mondo. Tra i monumenti da vedere a Bruxelles si segnala anche l’Atomium, situato all’interno del Parco Heysel. Un altro simbolo della capitale belga è il Mannequin pis, la statua che raffigura un bambino mentre è intento a fare la pipì. A Bruxelles, infine, sarà impossibile non entrare in una delle centinaia di cioccolaterie presenti, con la città che vanta un’importante tradizione di maestri cioccolatieri. Da Bruxelles ci si sposta poi ad Anversa, il cuore pulsante dell’anima fiamminga dell’intero Paese. Ad Anversa visiterete due cattedrali: quella canonica, la Cattedrale di Nostra Signora, e una meno tradizionale, la Cattedrale delle Ferrovie, vale a dire la stazione ferroviaria di Anversa, chiamata così dai suoi abitanti per la sua imponenza, che affascina ogni giorno migliaia di passeggeri. Inoltre, Anversa è la città dove si produce la birra belga artigianale, la De Koninck. A metà strada tra Bruxelles e Bruges, tappa finale del tour, vi è la cittadina di Gand (Gent), che merita una visita sia per il Castello dei Conti di Fiandra (uno dei castelli più belli di tutto il Belgio) sia per l’incantevole Porto Vecchio. L’ultima tappa dell’itinerario è Bruges, conosciuta anche come la Venezia del Nord per i suoi celeberrimi canali, che ricordano la nostra città lagunare. Bruges è una città fiabesca, merito del suo centro storico, inserito nel Patrimonio Unesco, e del Lago dell’Amore, il Minnerwater.

Leggi anche

svezia

Guida di viaggio per la Svezia

C’è un posto, incastonato nell’Europa settentrionale, dove un sogno di una notte può trasformarsi in ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *