iMondonauti.it
Le tue guide di viaggio
 
NOME UTENTE
PASSWORD
password dimenticata?  
 

Belgio

 

 

 

 

 

(0 voti)

Autori: Flavia Daneo

Aggiornamenti di: Martin Stancel 

Foto: Flavia Daneo

© Flavia Daneo / iMondonauti.it
Gand: Greslei
Nessuno ha ancora scritto una valida introduzione alla guida di questo paese, vuoi provarci tu? 
 

Passaporto e visto

Dall’1 gennaio 2000 i cittadini provenienti dall’area Schengen (ossia dagli Stati che fanno parte dell’Unione Europea) e quindi anche i cittadini italiani non sono sottoposti a controlli sistematici al momento del loro ingresso in Belgio.

Poiché controlli individuali sono sempre possibili si consiglia di portare comunque con sé il passaporto o la carta d’identità validi.

Con questi documenti è consentito un soggiorno massimo di 3 mesi.

Per i minorenni sprovvisti di documenti è sufficiente un certificato di nascita con foto autenticata dalla Questura.

 

Vaccinazioni

Per visitare il Belgio non è richiesta alcuna vaccinazione.

 

Ora

In Belgio vige la stessa ora che vige in Italia, sia in estate che in inverno. 

 

Cosa vedere

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

  Atwerpen/Anversa

Anversa, porto principale del Belgio, secondo porto europeo e sesto porto mondiale, sorge sulle rive della Schelda che le garantisce il collegamento con il Mare del Nord.

Città natale di Rubens (vi si puo ammirare la Rubenshuis, ossia la casa natale del pittore), è attualmente una città viva e dinamica, moderna e proiettata al futuro.

E' anche una città ricca, centro mondiale della lavorazione dei diamanti e sede della Borsa più importante per il commercio della preziosa pietra.

Animati locali all'aperto e raffinati negozi di moda e design convivono con gli edifici dell'epoca medievale che si affacciano sulla Grote-Markt e con la splendida cattedrale di Nostra Signora, capolavoro dello stile gotico fiorito.

Anche se avete poco tempo non perdetevi una visita al Museum voor Schone Kunsten, il Museo reale delle Belle Arti. Isolato ai margini dell'Het Zuid, conserva i capolavori di vari maestri fiammighi, moltissime opere di Rubens, ma anche una interessante sezione dedicata alle opere di moderni esponenti della pittura belga.

  Bruges/Brugge

© Flavia Daneo / iMondonauti.it

Bruges/Brugge è da molti considerata la più affascinante cittadina belga.

Di chiara impronta medievale, ha conservato intatto il suo centro storico ed è stata annoverata dall'Unesco tra i beni dell'Umanità per il suo patrimonio storico-artistico.

Nel XIII sec. Bruges fu tra le città fondatrici della Lega Anseatica (ossia la Lega che riuniva i porti tedeschi del Mare del Nord) per poi diventare, nel secolo successivo, il maggior porto europeo per il commercio della lana.

In questo periodo d'oro nacque e si sviluppò il cosiddetto "stile fiammingo" che, ancor oggi, caratterizza le architetture cittadine.

Da vedere le belle piazze del Markt e del Burg, la prima vero cuore della città e del suo passato splendore, la seconda ricca di palazzi tra cui spicca lo Stadhuis, capolavoro gotico ricco di statue e rilievi.

Imperdibile un giro in battello tra i canali su cui si specchiano antichi palazzi e caratteristici ponti a schiena d'asino.

Da non mancare la visita al Museo Groeninge che conserva alcuni capolavori della pittura fiamminga (van Eyck, van der Goes, Memling, David, Bosch), e la visita alla chiesa di O.-L.-Vrouwekerk che conserva la famosa Madonna con Bambino eseguita da Michelangelo Buonarroti per alcuni mercanti locali. 

A Bruges si trova uno dei più antichi beghinaggi belgi (Begijnhof), ancor oggi abitato da monache benedettine mentre a sud del beghinaggio si estende il famosissimo Minnewater, romantico specchio d'acqua sulle cui sponde passeggiare in tutta tranquillità.  

 

Arrivare a Bruges da Bruxelles è comodo: dalla stazione di Bruxelles-Midi partono due treni all'ora (direzione Knokke/Oostende) che in 1 ora circa arrivano a destinazione.

  Bruxelles

© Flavia Daneo / iMondonauti.it
A passeggio per le strade di Bruxelles

Bruxelles, capitale del Paese e città multietnica e multiculturale per natura, è ricca di classiche mete turistiche e spazi verdi curatissimi (è la seconda capitale al mondo con la maggior quantità di verde per abitante). 

Spettacolare è la Grand' Place, massima espressione dell'importanza commerciale politica e culturale che la città assume nel XVIII  sec., caratterizzata da una estrema omogeneità architettonica.

Nei pressi si trova il Manneken Pis, una banale statuetta in bronzo di un bimbo che fà pipì. Sinceramente non si riesce a capire molto il perchè abbia un così spropositato successo.

Ma a Bruxelles potrete anche ammirare i magnifici esempi di art nouveau di Victor Horta: l'hotel Tassel, l'hotel Solvay, l'hotel van Eetvelde e la casa atelier dell'artista medesimo.

Tra le mete classiche, l'Atomium, costruzione in acciaio eretta per l'Esposizione universale del 1958, e raffigurante una molecola di cristallo di ferro ingrandita 165 miliardi di volte. Si raggiunge facilmente in metropolitana.

 

Alle porte di Bruxelles meritano una visita anche le serre di Laeken, periferia nord della capitale.

In stile art nouveau, ospitano specie botaniche tropicali lussureggianti e rare, ma sono aperte al pubblico solo tra fine aprile e inizio maggio.

 

  Gand/Gent

© Flavia Daneo / iMondonauti.it
Panorama di Gand

Affascinante città d'arte, forse un po' meno famosa di Bruges ma non per questo meno ricca di capolavori artistici, Gand è il capoluogo della Fiandra orientale e merita senz'altro una visita approfondita. Da non perdere la Cattedrale Sint Baafs (attualmente in restauro, 2007), che conserva una tra le massime espressioni della pittura fiamminga, il magnifico polittico dell'Agnello Mistico di Jan e Hubert van Eyck. Dalla cattedrale è un susseguirsi di splendidi monumenti medievali: il poderoso beffroi, torre alta 91 m, lo Stadhuis, la chiesa gotico-primitiva di Sint Niklaas, per giungere alla Graslei su cui si affacciano gli antichi palazzi sedi delle varie Corporazioni cittadine. Interessantissimo l'Het Gravensteen ossia il castello dei Conti di Fiandra, l'edificio più importante dell'epoca feudale in Belgio. Sebbene rimaneggiato, consente di farsi una chiara idea di come si doveva svolgere la vita in un antico castello: vi si possono visitare le prigioni, fare il giro del cammino di ronda, vedere gli appartamenti del conte e la sala delle udienze, per poi salire sull'imponente maschio da cui si gode una magnifica vista sulla cittadina.

Arrivare a Gand da Bruxelles è comodo: dalla stazione di Bruxelles-Midi partono due treni all'ora (direzione Knokke/Oostende) che in 40 min. circa arrivano a destinazione.

  Leuven/Louvain

Graziosa ede elegante cittadina, sede della più antica ed importante Università Cattolica belga, Lovanio è ricca di notevoli ed interessanti edifici di epoca tardo-gotica.

Tra tutti spicca per ricchezza di forme lo Stadhuis, ossia il Municipio, costruito in forme brabantine nella prima metà del 1400. A due passi, la chiesa di Sint Pieter conserva vari capolavori dela pittura fiamminga, visibili nelle cappelle radiali.

Molto suggestivo il Grande Beghinaggio, un insieme di antiche abitazioni, chiesa, campicelli attraversati da un canale che conservano intatta l'atmosfera di epoche passate.

Lovanio è considerata anche la città della birra perchè qui nasce e si produce la famosa birra Stella Artois. Gli studenti che frequentano la locale università, la sera si riversano dei numerosissimi locali che affollano la città e che espongono i loro tavolini all'aperto, rendendo l'austera cittadina un luogo estrememente giovane e animato.

La piccola statua di Fonske, alle spalle della chiesa di Sint Pieter, in origine rappresentava la Fons sapientiae, ossia l'immagine di una persona che, leggendo un libro, si versa in testa, con la mano libera, il liquido della sapienza. In realtà ormai, tutti ritengono che il liquido che la statua si versa in testa sia in realtà birra!

 

A Louven si arriva comodamente in treno da Bruxelles in circa 20 min. 

  Malines/Mechelen

© Flavia Daneo / iMondonauti.it
Piazza della Cattedrale

Mechelen è una bellissima cittadina che vanta monumenti di notevole interesse e che non mancherà di stupire il turista curioso ed attento.

Si visita in poche ore, ma vale la pena senz'altro di vedere la cattedrale di Sint Rombout e la sua magnifica torre, alta 97, m, iniziata alla fine del 1400 e mai terminata. L'interno, purtroppo in gran parte ricostruito dopo un devastante incendio, è solenne e meritevole di visita.

Bella anche la Grote Markt, circondata da pregevoli palazzi tra i quali spicca lo Stadhuis.

Passeggiando piacevolmente potete raggiungere l'antico beghinaggio e la sua chiesa barocca attualmente in fase di restauro.

  Tournai/Doornik

A soli 9 km dal confine francese, Tournai è famosa per la splendida cattedrale di Notre Dame risalente al XII sec., insigne esempio del romanico (navata centrale) e del gotico belga (coro), uno dei pochi edifici religiosi belgi che, per purezza di linee, meglio documenta le varie fasi dell'architettura mediovale.

Eletta patrimonio dell'Unesco, è attualmente (2007) in fase di imponenti restauri che purtroppo impediscono di apprezzarne la completa bellezza.

Alle spalle della cattedrale di apre la Grand' Place, la triangolare piazza centrale dominata dal più antico beffroi del Belgio, su cui si può salire per ammirare il panorama della città.

  Vallonia

La Vallonia è senz'altro una meta che non mancherà di attirare gli amanti della natura, ricca com'è di spazi veri, laghi e fiumi, colline cui si alternano ampie vallate, cittadine perfettamente inserite nel paesaggio, castelli ed abbazie, edifici che sono veri gioielli dell'architettura romanica e gotica. 

Per ulteriori notizie pratiche su cosa vedere:

Itinerari consigliati e raccontati





 

Quando andare

Influenzato sensibilmente dalle masse d'aria provenienti dall'Atlantico, il Belgio è caratterizzato da inverni non molto freddi e da estati calde ma ventilate. Il periodo migliore per visitare il Belgio va da aprile ad ottobre.

A Bruxelles il mese più caldo è luglio con una media diurna di 23° C, il più freddo gennaio con temperature che vanno dai 5°C del giorno ai -1° C della notte.

A nord le temperature oscillano tra i 2° C di gennaio e i 18° C di luglio.

Inverni rigidi e nevosi nelle Ardenne.

La pioggia è distribuita durante tutto l'anno, anche se è più frequente nel periodo invernale. Nelle giornate fredde e umide, estesi banchi di nebbia ricoprono le pianure costiere e anche sui rilievi interni il cielo è spesso coperto.

 

Quanto stare

© Flavia Daneo / iMondonauti.it
Lungo i canali di Bruges

Una settimana è necessaria per vedere le maggiori località turistiche belghe.

Un soggiorno a Bruxelles richiede un minimo di 2-3 gg.

 

Da mettere in valigia

Anche se fa caldo, è sempre meglio che abbiate con voi qualche capo più pesante perché le variazioni climatiche possono essere sensibili e avvenire nell'arco della stessa giornata. Mettete in borsa un ombrellino pieghevole che vi tornerà utile in caso di pioggia, eventualità affatto rara. I belgi caminano sotto la pioggia senza problemi e non hanno paura di bagnarsi, ma se voi non siete abituati meglio aprire l'ombrello o indossare un impermeabile. In inverno le temperature sono più rigide, ma non fa freddissimo, quindi è sufficiente il nostro tipico abbigliamento invernale.

 

Elettricità

La rete elettrica belga è a 220 volt. Le prese sono generalmente uguali a quelle italiane, ma alcune possono essere di tipo tedesco per cui può rendersi necessario un adattatore.

É da tenere presente che gli adattatori non modificano in alcun modo la tensione o la frequenza della presa ma si limitano ad adattarne fisicamente l'ingresso alle spine italiane.

In questo paese ( Belgio) abbiamo un voltaggio di 230 V con una frequenza di 50 Hz , e le seguenti prese:

 

Europea a 2 poli

Francese a 2 poli con contatto di terra femmina
 
 
 

Ambasciate e indirizzi

 
Ambasciata e Consolati 
Ambasciata del Belgio in Italia Largo Monti Parioli 49, Roma
tel: 06-3609511, fax: 06-3226935
Ambasciata d’Italia in Belgio rue Claus 28, Bruxelles
tel: 2-6433850, fax: 2-6485485
sito web: ambitaliabruxelles.org
Consolato Via Dei Servi 28, Firenze
tel: 055-282094, fax: 055-294745
Consolato Viale Repubblica 13, Bologna
tel: 051-505101, fax: 051-505101
Consolato Via Raiale 305, Pescara
tel: 085-4310575
Consolato Via De Pretis 78, Napoli
tel: 081-5510535, fax: 081-5512114
Consolato Via Gentile 53/C, Bari
tel: 080-5583477, fax: 080-5580326
Consolato d'Italia Place Neujean 31, Liegi
tel: 4-2302800, fax: 4-2224972
tel 2: cell. servizio 0032 477 285929
sito web: sedi.esteri.it/liegi
Consolato d'Italia rue de Livourne 38, Bruxelles
tel: 2-5431550, fax: 2-5375756
tel 2: cell. servizio 0032 477 278680
sito web: sedi.esteri.it/conbruxelles
Consolato generale d'Italia bd. Audent 24, Charleroi
tel: 71-328650, fax: 71-308883
tel 2: cell. servizio 0032 476 221865
sito web: users.skynet.be/consolato.italia.charleroi
Consolato generale del Belgio in Italia Via Lamarmora 39, Torino
tel: 011-5805101, fax: 011-5098258
 
Turismo e Cultura 
Ufficio del Turismo delle Fiandre Grasmarkt 63, Bruxelles
tel: 2-5040390, fax: 2-5040270
sito web: www.visitflanders.com
Ufficio del Turismo Vallone e di Bruxelles rue du Marché aux Herbes 61, Bruxelles
tel: 2-5040390
sito web: www.belgique-tourisme.net
 
Sanità e Sicurezza 
Ambulanza tel: 112
tel 2: 100
Polizia tel: 101
Pronto soccorso dentistico tel: 4261026
tel 2: 4285888
Pronto soccorso medico tel: 4791818
Soccorso stradale tel: 078-152000
tel 2: 02-2879000, tel 3: 70-344777
 
 
 

Voli e come arrivare

Il mezzo più veloce e comodo per arrivare in Belgio dall'Italia è naturalmente l'aereo.

La compagnia di bandiera belga SN Brussels Airlines (www.flySN.it) consente di raggiungere Bruxelles da molte località italiane, Alitalia (www.alitalia.it) solo da Roma o da Milano (circa di 2 ore di volo da Roma).

Su Bruxelles volano anche alcune compagnie low cost con partenza da varie città italiane (Virgin Express, Ryanair, AirService Plus).


Se volete usare invece il treno, ricordate che dall'Italia non esiste alcun collegamento diretto con il Belgio (www.dbitalia.it; www.trenitalia.it).

Vi sono invece linee di pullman (www.eurolines.it) che, con partenza da varie località italiane, raggiungono Bruxelles, Liegi, Lovanio e Anversa.

 

In auto il tragitto più comodo è quello che da Milano passa per Como-passo del San Gottardo-Lucerna-Basilea-Nancy-Metz-Lussemburgo-Bruxelles (circa 1500 km).



 

Tasse di ingresso-imbarco

Le tasse di imbarco sono già comprese nel costo del biglietto aereo.

 

Spostarsi e trasporti

Voli interni

Mezzi pubblici