iMondonauti.it
Le tue guide di viaggio
 
NOME UTENTE
PASSWORD
password dimenticata?  
 

Moldavia

 

 

 

 

 

(0 voti)

Autori: Alfredo Ferrari

Aggiornamenti di: Alfredo Ferrari 


 

Passaporto e visto

Per entrare in Moldavia è necessario avere il passaporto con almeno 6 mesi di validità dal giorno di ingresso nel Paese.

Non è più necessario registrare il proprio domicilio presso la polizia.

 

Il visto d'ingresso per turismo non e' piu' richiesto per i cittadini dell'UE che, nell'ambito di 180 gg.,  possono soggiornare nel Paese fino a un massimo di 90 giorni.

 

Vaccinazioni

Non è obbligatoria alcuna vaccinazione.

Consigliate le vaccinazioni per l'epatite A e B.

 

Cosa vedere

Chisinau (Kishinev in russo), è la capitale della Repubblica Moldova nata nel 1991sulle ceneri dell'ex Repubblica socialista sovietica di Moldova.

Posizionata al centro della regione storica denominata Bessarabia, Chisinau si sviluppa lungo il corso del fiume Bic e conta una popolazione di oltre 752.000 abitanti distribuiti nei sui 5 distretti urbani (Centru, Buiucani, Riscani, Ciocana e Botanica) che si estendono su una superficie totale di 120 kmq.

 

Mileştii Mici e i suoi vini, il più lungo complesso di cantine d'Europa certificato dai Guinness dei Primati. Si trova 25 km a sud della capitale. Vengono organizzate visite ai sotterranei con degustazione e pranzo, o cena, in un ambiente suggestivo a circa 60 m sotto il livello del suolo.

 

Orheiul Vechi, la piu' bella zona paesaggistica in Moldavia.

Non distante dalla cittadina di Orhei (circa 45 km a nord di Chisinau) si estende un vero e proprio complesso archeologico-museale all'aria aperta denominato Orheiul Vechi. La zona piu' interessante e pittoresca si trova situata nei villaggi di Butuceni e Trebujeni adiacenti alla localita' di Ivancea.


Di bellezza memorabile sono i monasteri rupestri scafati nel tufo delle colline che fiancheggiano la valle del fiume Raut.
La zona, che e' molto fertile, presenta alcuni tratti di territorio coperti da boschi (Codrii Orheiului) con alberi multicolori che in autunno, al cambio di stagione, offrono agli occhi del visitante una varietà incredibile di tonalità.
Il verde paesaggio e' interrotto da piccoli laghetti che si trovano a poca distanza uno dall'altro.

Il monastero rupestre di Tipova, situato nella regione di Rezina, lungo il corso del fiume Nistru a circa 110 km nord di Chisinau.

Il monastero di Saharna: sempre nella regione di Rezina, a 7 km da questa cittadina si trova il villaggio di Saharna, anch'esso ubicato lungo il Nistru. Qui sorge forse il più bello e ricco monastero dell'intera Repubblica Moldova, meta di migliaia di pellegrini e non solo...
Infatti Saharna non è solo un complesso di monasteri ma una vera e propria riserva naturale che comprende anche l'omonimo torrente che, lungo il suo tortuoso corso, forma un totale di 22 cascate di rara bellezza! La più grande di esse si chiama Groapa Tiganului ossia Fossa degli zingari: 4 m di altezza, 6 di largezza con un vortice d'acqua profondo 10 metri!
Nella zona monastica di Saharna si trovano i monasteri di Sfinta Treime (SS. Trinità) e quello rupestre Bunavestirea (Annunciazione) nonchè un'acropoli geto-dacia risalente ai secoli VI-III a.C., per raggiungere la quale bisogna seguire il sentiero che lungo il torrente supera alcune cascate.

 

La località di Purcari, situata a circa 120 km a sud-est rispetto alla capitale, è mondialmente riconosciuta per essere la zona di produzione dei più deliziosi vini moldavi, sopratutto per i rossi.
Questa zona, che si trova incuneata tra l'autoproclamata Repubblica Moldava d'Oltre Nistru e l'Ucraina, gode di una fantastica esposizione al sole dei suoi vitigni nonchè dell'influenza di un clima relativamente mite dovuto alla vicinanza del Mar Nero che apporta il giusto grado di salinità al suolo argilloso della zona.
I pendii regolari che rotolano dolcemente lungo la sponda destra del fiume Nistru nei pressi del villaggio di Purcari appartennero, un tempo, al monastero Afono-Zagrafsky.
Grazie a queste eccellenti caratteristiche, questa zona ha attratto fin dall'antichità molti agricoltori che vi si stabilirono per coltivare la vite.
I fatti storici documentati narrano che il monastero obbligava i contadini al pagamento di un dazio sulla produzione dell'uva che si aggirava intorno ad un decimo del totale; inoltre i religiosi obbligavano i contadini ad avere una cura estrema dei vitigni per conservarne l'eccelsa qualità.
Fu durante il periodo dell'Impero russo che questa zona ricevette un grande impeto nello sviluppo dell'industria viti-vinicola.
Nel 1827 venne creata a Purcari la prima holding di produzione che fu denominata Hermanson, nome dovuto ad un fondatore tedesco di origine russa. Da questo momento Purcari divenne un punto di attrazione per molti altri stranieri che vi si stabilirono: francesi (con le loro viti autoctone), tedeschi e russi. Successivamente, durante il XIX sec., il principe russo Golytsin ed il conte Vorontsov che controllavano la produzione della zona, ebbero l'idea ispiratrice di rimpiazzare parte delle uve autoctone (a bassa gradazione alcoolica) con alcune varietà provenienti dall'Europa occidentale (soppratutto francesi) che si inserirono eccezionalmente bene nel contesto morfologico ed espositivo di questo territorio. Uve come Cabernet-Sauvignon, Merlot, Malbec, Game Freo, Pinot, tutte uve di altissimo rendimento nonchè di accumulazione aumentata dello zucchero.
Oggigiorno Purcari si caratterizza per la sua elevata produzione di vini da collezione come il Negru e Rosu de Purcari, il suo eccellente Cabernet-Sauvignon de Purcari, il Pinot Noir de Purcari ed il vino da dessert Kahor.
La fabbrica, interamente ricostruita pochi anni fa, è visitabile dal lunedì al venerdì ed inoltre è possibile degustare i vari vini all'interno del castello (anch'esso ricostruito).

Per ulteriori notizie pratiche su cosa vedere:

Itinerari consigliati e raccontati





 

Ora

La Moldavia applica l'ora dell'Europa orientale, quindi 1 ora in più rispetto l'Italia (quando in Italia sono le 12 in Moldavia sono le 13).

L'ora legale entra in vigore e termina nelle stesse date italiane.

 

Quando andare

I periodi migliori per visitare la Moldavia sono aprile, maggio, giugno, settembre ed ottobre.

 

Quanto stare

Generalmente il soggiorno di una settimana in Moldavia permette di visitare le principali mete di interesse turistico.

 

Da mettere in valigia

In Moldavia, generalmente, l'escursione termica tra giorno e notte e' notevole anche nel periodo estivo per cui occorre essere muniti di indumenti piuttosto pesanti anche durante la bella stagione.

 

Elettricità

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

É da tenere presente che gli adattatori non modificano in alcun modo la tensione o la frequenza della presa ma si limitano ad adattarne fisicamente l'ingresso alle spine italiane.

In questo paese ( Moldavia) abbiamo un voltaggio di 220 V con una frequenza di 50 Hz , e le seguenti prese:

 

Europea a 2 poli
 
 

Ambasciate e indirizzi

 
Ambasciata e Consolati 
Ambasciata della Repubblica Moldova via Montebello 8, Roma
tel: 064740210, fax: 0647881092
posta elettronica: roma@mfa.md
sito web: www.ambmoldova.it
 
Sanità e Sicurezza 
Polizia tel: 902
Pronto soccorso tel: 903
 
 
 

Voli e come arrivare

Chisinau è il centro geografico del territorio moldavo per cui tutte le direttrici stradali e ferroviare fanno capo alla città.
Vanta il principale aeroporto internazionale situato a circa 10 km dal centro ed anche la più importante stazione ferroviaria del Paese.

L’aeroporto internazionale di Chisinau, recentemente ristrutturato ed ampliato, riceve quotidianamente voli dalle principali città europee come Milano, Verona, Parigi, Roma, Francoforte, Amsterdam, Vienna, Lisbona, Praga, Bucarest, Istanbul e molte altre.

La compagnia di bandiera AirMoldova (www.airmoldova.md) opera la maggior parte dei voli da e per questo scalo con moderni airbus 320.

Altre compagnie degne di menzione sono: Meridiana (www.meridiana.it, voli diretti da Milano e Verona), Carpatair (www.carpatair.com, voli via Timisoara per tutta Europa), Austrian Airlines (www.aua.com, voli via Vienna verso il mondo) e Turkish Airlines (www.turkishairlines.com, voli via Istanbul per il Medio Oriente e l’Asia).


I servizi di trasporto disponibili in aeroporto per raggiungere la città sono auto a noleggio, taxi e micro-bus.
Il servizio di micro-bus è operato dalla linea 165 con corse molto frequenti negli orari diurni (attraversa tutto il centro città fino al capolinea presso i magazzini UNIC); le fermate sono su richiesta del passeggero.

 

Il viaggio in treno è senz’altro il modo meno comodo per raggiungere Chisinau: le ferrovie moldave dispongono ancora di pochi collegamenti internazionali verso l’Europa fatta eccezione per il treno che collega giornalmente Chisinau con Bucarest. Altri convogli con partenze quotidiane hanno come destinazioni Kiev e Mosca.
Per informazioni sugli orari è consigliabile visitare il sito delle ferrovie tedesche (www.bahn.de, sezione reiseauskunft-tickets) oppure quello delle ferrovie moldave (www.railway.md/schedule/index.htm, sito interamente scritto in alfabeto cirillico).

 

Il viaggio con l’automobile può essere compiuto entrando in Moldavia dalla Romania oppure dall’Ucraina (per preparare il vostro itinerario consultate il sito www.viamichelin.com/).
Generalmente proveniendo dall’Europa centrale è consigliabile l’attraversamento della Romania, per il fatto che i punti di frontiera con la Moldavia sono maggiori e con tempi di attesa abbastanza limitati.
I principali valichi di frontiera sono:
Sculeni-Sculeni (Rom.-Mol) a pochi chilometri dalla città rumena di Iasi;
Albita-Leuseni (Rom.-Mol) nei pressi della località rumena di Husi;
Oancea-Cahul (Rom-Mol) non distante dalla cittadina rumena di Barlad;
Criva-Mamaliga (Ucr.-Mol.) a circa 50 km da Chernovtsy in Ucraina.
Maggiori informazioni sui punti di frontiera aperti all’attraversamento internazionale possono essere trovate sul sito della polizia di frontiera www.border.gov.md/



 

Tasse di ingresso-imbarco

Non viene applicata alcuna tassa di ingresso o di imbarco.

 

Spostarsi e trasporti

Voli interni

Non ci sono voli interni in Moldavia in quanto esiste un unico aeroporto in tutto il Paese, nella capitale Chisinau.

Mezzi pubblici

Una fittissima rete di autobus e minibus collega la capitale con tutti le principali localita' del Paese.

 

Poco sviluppata la rete ferroviaria che e' degna di menzione solo per il traffico internazionale verso Mosca, Kiev e Bucarest.

Mezzi a noleggio

Altri mezzi

Patente

Carburante

I carburanti sono disponibili ovunque, benzina verde a 95 e 98 ottani, diesel e gas gpl.

Molto rari i distributori di gas metano.

Le principali compagnie petrolifere presenti in Moldavia sono Lukoil (Russia) e Petrom (Romania).



 

Hotel e pernottamento

L'offerta alberghiera a Chisinau non è molto varia ed offre prevalentemente sistemazioni in hotel eccessivamente cari.

Mediamente, una camera doppia in hotel di lusso costa 150-180 euro a notte; in hotel di media categoria 65-80 euro a notte; in hotel economico 48-50 euro a notte.

In alternativa, è possibile prenotare alloggi privati nel centro di Chisinau con sistema aparthotel a partire da 45 euro/notte (http://www.chisinau-kishinev.com/ita/index.php?name=cazarea).

 

Per offerte alberghiere nelle altre località della Repubblica Moldova visitate il sito del Ministero del turismo (http://www.turism.md/).

 



 

Cucina e mangiare

La gastronomia moldava deve certamente il merito della sua ricchezza alle vicissitudini storiche che hanno portato, in diverse epoche, il Paese a contatto con variegate influenze culinarie provenienti dai popoli a lei vicini. Gli effetti dell'influenza Ottomana possono essere osservati nella combinata preparazione delle carni, nella propensione all'uso della carne di agnello e negli identici nomi di alcuni piatti, comuni in tutti i paesi balcanici che furono assoggettati all'Impero turco (givech, musaka, chorba).

La mamaliga (una sorta di polenta) è il piatto più tradizionale tra quelli preparati a base di cereali (mais) e per molto tempo costituì il nutrimento primordiale dei poveri contadini nei secoli scorsi.

Un'importanza assoluta hanno i vegetali (preparati nei più svariati modi) che sono presenti in ogni piatto combinato. I più caratteristici sono il grano tenero, i fagioli verdi, le lenticchie, i pomodori, i gogosari (una varietà di peperone autoctono), il peperone dolce, le melanzane, la zucca ed i cetrioli. Dall'impasto di riso, carni varie tritate e cipolla si cucina il sarmale che, a differenza della ricetta rumena (arrotolato nella foglia di cavolo), in Moldavia viene preparato in dimensioni più piccole ed avvolto nella foglia di vite. Solitamente viene servito con l'aggiunta della smantana (smetana), una panna acre preparata con brinza e limone.

Le carni più apprezzate, oltre all'agnello, sono il maiale, la gallina, l'oca ed il vitello giovane, generalmente preparate alla brace. Un esempio squisito di preparazione alla brace della carne di maiale o di pollo sono i frigarui (spiedini), detti anche shashlik in lingua russa, che vengono aromatizzati in un sughetto a base di aglio e cipolla per alcune ore prima della cottura.

Ottime le zuppe a base di vegetali e carni di ogni tipo. Spicca su tutte la zeama de gaina cu taiatei (zuppa di gallina con fini tagliatelle) che è considerato il piatto tipico nazionale; altrettanto rinomata è la ciorba taraneasca (zuppa contadina) a base di carne di vitello e diverse varietà di legumi e verdure. Il pesce non è molto presente nella cucina moldava, ve ne sono solamente alcune varietà di acqua dolce che solitamente vengono preparate in aggiunta alle zuppe oppure bollite. Dalla tradizione gastronomica slavona è diffusa l'abitudine dell'essicazione e salatura del pesce che viene generalmente consumato in aggiunta ai piatti freddi. Unico nel suo genere è il rac, la piccola aragosta di lago che si prepara bollita in acqua con sale, spicchi di pompelmo ed aromi naturali. Prelibate le insalate che vengono preparate nel modo russo, con l'utilizzo dei più fantasiosi ingredienti.

 

Moneta e cambio

 

La moneta ufficiale del Paese è il leu della Moldavia.

 

Per il cambio di moneta contante sono disponibili molti sportelli di cambiavaluta privati sia a Chisinau che nelle altre localita' del Paese.

Le tessere bancomat o le carte multifunzione sono accettate negli sportelli ATM solo se di vecchio modello, ossia con la sola banda magnetica sul retro della carta. Le tessere bancomat e multifunzione di nuova generazione, quelle con microchip sul fronte della stessa, possono essere utilizzate per la funzione prelievo solo presso alcuni sportelli ATM nella città di Chisinau; queste tessere possono essere anche utilizzate all'interno delle banche per la modalita' cash advance.

Attenzione: nel territorio della Transnistria nessuna tessera bancomat o multifunzione è accettata, nè per prelievi nè per cash advance.

 

Il rischio clonazione esiste: utilizzate la vostra carta di credito solo per effettuare pagamenti nei grandi alberghi oppure nei più rinomati ristoranti della capitale.

 

Cambio attuale:

1 Euro = 17,79 Leu Moldavia
1 USD = 13,01 Leu Moldavia

dati aggiornati al 25/10/13

 

Posta e telefono

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Sanità

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Sicurezza

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Comportamenti

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Viaggiare con bambini

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Viaggiatori disabili

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Curiosità

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Guide e libri

 
 

Geografia e territorio

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Ecologia e ambiente

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Clima e meteo

Il clima della Moldavia, tipicamente continentale, prevede estati molto calde (con temperature anche di 35° C tra luglio ed agosto) ed inverni molto rigidi con punte di circa -20° C nel nord del Paese.

La Moldavia ha un clima asciutto, le zone umide si trovano sono nelle regioni boschive nel centro-nord.

 

Popolazione

La popolazione della Moldavia è composta da varie etnie: moldavi (64%), ucraini (21%), russi (18%), gagauzi (turchi cristianizzati), bulgari, polacchi e rom.

 

Lingua

Lingua ufficiale è il moldavo, un dialetto rumeno mentre la lingua russa è la lingua ufficialmente usata negli uffici pubblici (lingua interetnica).

Diffuse anche la lingua ucraina, turca e bulgara.

 

Religione

La stragrande maggioranza della popolazione moldava è di religione cristiano ortodossa (98%). La Chiesa ortodossa moldova dipende dal Patriarcato di Mosca mentre la Chiesa ortodossa della Bessarabia fa parte della Chiesa ortodossa rumena.

I cattolici sono circa 10.000 in tutto il Paese. Piccola minoranza anche di ebrei.

 

Storia

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Costituzione

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Situazione politica

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Economia

Nessuno ha ancora proposto contenuti per questa parte della guida, vuoi farlo tu? comincia qui

 

Festival e tradizioni

Nella Piazza delle Grandi Adunate Nazionali di Chisinau, dal 2002 si tiene tutti gli anni, nel secondo weekend del mese di ottobre, il Festival Nazionale del Vino. Ne prendono parte i principali produttori che, attraverso i loro stands, offrono un’interessante vetrina ai molti visitatori sia nazionali che esteri. Durante questa celebrazione il centro cittadino viene chiuso al traffico ed è possibile assistere a numerose rappresentazioni del tipico folklore moldavo.




Altre guide di questo continente:












sito premiato ItaliaWebStar
   

Invia le tue foto

Possiedi qualche bella immagine di questo Paese e vorresti che venisse pubblicata su questo sito?

Per inviare le tue immagini
iscriviti!

Per maggiori informazioni
guarda qui