Home / Consigli di viaggio / Maremma Toscana: cosa vedere, cosa fare, quando partire

Maremma Toscana: cosa vedere, cosa fare, quando partire

La Maremma Toscana è un’ampia zona che si estende nella parte sud occidentale della Toscana, partendo più o meno da Piombino, per arrivare sino al confine con il Lazio. Si tratta di una zona ricca di cose da vedere, dove è possibile organizzare qualsiasi tipo di vacanza. Soggiornando in un agriturismo in Maremma al Mare si ha comunque la possibilità di godere dell’ampio entroterra, con diverse soluzioni per chi non desidera trascorrere l’intera giornata in spiaggia.

Le spiagge della Maremma

Effettivamente l’italiano medio ama andare in vacanza al mare, soprattutto in piena estate. Proprio per questo quando si parla di Maremma Toscana la prima cosa a cui si pensa sono le spiagge, come ad esempio Follonica, Capalbio o quelle che si trovano nella zona dell’Argentario. In effetti stiamo parlando di alcune tra le più belle spiagge italiane, come ad esempio Le Rocchette, a Castiglione della Pescaia, che ha ottenuto diversi riconoscimenti nel corso degli anni. Si tratta di una spiaggia nascosta tra gli scogli, particolarmente apprezzata per il mare pulitissimo. Altrettanto bella e apprezzata è l’Acqua Dolce, a Porto Ercole, all’Argentario; in effetti lungo le coste dell’Argentario e vicino a Orbetello sono molteplici le spiagge che ogni anno attirano numerosi turisti, non solo italiani. Come dimenticare poi la spiaggia di Capalbio, oggi arcinota, oppure Cala Violina, a Punta Ala.

La storia in Maremma

Non tutti coloro che vanno in vacanza nella Maremma Toscana lo fanno per andare in spiaggia; per altro si può anche decidere di trascorrere qualche pomeriggio alla scoperta di nuovi luoghi da visitare anche durante una vacanza al mare. La Maremma è abitata sin dalle epoche più antiche, sono infatti presenti svariati resti delle città etrusche, che si snodano da Massa Marittima fino a Grosseto. Un enorme sito archeologico si trova presso il Lago dell’Accesa, a pochi chilometri da Massa Marittima, vicino a Grosseto invece troviamo l’area archeologia di Vetulonia e di Roselle. In molte zone i resti non sono del tutto stati scoperti, perché in effetti si tratta di varie località in cui si possono ancora trovare segni di questa antica civiltà. Ma la Maremma non è solo etrusca, sono svariati anche i piccoli borghi medioevali, a partire da alcuni noti soprattutto per il mare, come ad esempio Capalbio o Orbetello.

L’enogastronomia
Ci troviamo in Toscana, quindi in una delle Regioni italiane più vocate al turismo enogastronomico. Ogni anno arrivano in Toscana, e anche in Maremma, moltissimi appassionati di vini, formaggi, salumi, carni e piatti di ogni genere. La tradizione culinaria e vinicola di queste zone è proverbiale, non è difficile trovare interessanti opportunità per tour alla scoperta delle antiche ricette o di prodotti della zona particolarmente interessanti. Sono molteplici anche i presidi slow food della Maremma, come ad esempio il pecorino, così come le mucche di una specifica razza che è originaria di queste zone. Per l’appassionato anche durante il soggiorno in agriturismo sarà possibile gustare i migliori piatti della tradizione, preparati utilizzando le materie prime del luogo.

Leggi anche

Assicurazione sanitaria viaggio: quando serve, perché farla

Partire per un viaggio è sempre piacevole, l’importante però è essere certi di avere a ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *