Home / Consigli di viaggio / Turismo del benessere: cos’è e perché vale la pena pensarci!
vacanza relax in Italia

Turismo del benessere: cos’è e perché vale la pena pensarci!

Ammonta a quasi 12 miliardi di euro il fatturato del turismo del benessere in Italia nel 2019. E – senza il “contrattempo Covid” – c’è da scommettere che sarebbe cresciuto ancora nel corso degli ultimi due anni. Si parla soprattutto di località termali, di cui il nostro Paese abbonda; ma anche di spa e strutture per la cura di disturbi, per la pratica della meditazione e per il miglioramento dell’estetica.

Se in passato il target interessato da questo tipo di turismo era prevalentemente quello degli over, oggi si registra un notevole incremento presso la fascia dei 20-45enni. Non è un caso! La vita routinaria e sempre più piena di impegni condotta dalla popolazione in età lavorativa fa scaturire il desiderio, improcrastinabile, di prendersi cura della propria salute psico-fisica ed emotiva. Insomma, la vacanza benessere è un’ottima idea regalo per un’amica, la sua ragazza o sua madre – specie se stanca e stressata dopo un lungo anno di (tele)lavoro.

Vacanze wellness: cosa, dove e quando

Quali trattamenti?

Come si intuisce dal nome, le vacanze benessere sono soggiorni che includono trattamenti particolari per la buona salute del corpo e dell’anima. In particolare, può trattarsi di cure termali per immersione – come i bagni in acque solforose –, di massaggi con fanghi, di cure idropiniche (acque da bere) o inalatorie. I molteplici benefici fisici riguardano soprattutto il buon funzionamento di reni, vie respiratorie e articolazioni, nonché la bellezza e la salute della pelle.

Diversamente da quanto si pensa, il turismo del benessere non interessa soltanto persone anziane o bisognose di terapie riabilitative, ma si rivolge praticamente a tutti. Perché tutti, ma proprio tutti, beneficiamo di un periodo di relax e disintossicazione!

Quasi sempre, infatti, il nucleo di tali trattamenti consiste nella depurazione del corpo dalle tossine. E si accompagna a una parallela rigenerazione della mente dallo stress accumulato. Parte integrante e imprescindibile di una vacanza benessere è, di conseguenza, l’alimentazione, che deve essere salutare ma gustosa. Senza dimenticare un’attività fisica moderata e, comunque, calibrata sulle proprie possibilità.

Dove andare

Da Nord a Sud, il Belpaese è colmo di località termali e mete turistiche vocate al benessere. Merano in Alto-Adige, Bormio in Lombardia, Montecatini in Toscana, Fiuggi nel Lazio, Latronico in Basilicata – solo per citare le più note. A cui si aggiungono le tante spa che punteggiano quasi ogni provincia del territorio italiano. A volte, poi, tali centri hanno la fortuna di sorgere nelle vicinanze di stazioni balneari o montane, o di affascinanti città d’arte. In questo caso, sarà possibile abbinare la “missione healthcare” a: bagni in mare, spedizioni di trekking, visite a musei o giornate sugli sci.

… E quando partire

Diversamente dalle “canoniche” vacanze al mare, i soggiorni benessere offrono una maggiore libertà quanto alla scelta del periodo in cui partire. Gli alberghi situati nelle località wellness, infatti, sono generalmente attivi durante tutto l’anno. In generale, la bella stagione è comunque il momento migliore per approfittare dei benefici di acque curative e soggiorni in spa.

Magari optando per i “margini” dell’estate, come i mesi di maggio, giugno e settembre. In questo modo, si eviteranno temperature eccessive e grande affollamento. Ma anche una vacanza relax durante i mesi invernali sarà un toccasana per il corpo e lo spirito! Un’idea regalo di sicuro successo per la tua amica!

Leggi anche

Come organizzare un viaggio in Thailandia: tutto quello che devi sapere

La Thailandia, chiamata anche terra del sorriso, è una meta che devi assolutamente visitare. Ricca ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *