Home / Europa / Cosa vedere assolutamente ad Amsterdam
amsterdam

Cosa vedere assolutamente ad Amsterdam

Parlare di Amsterdam non significa solamente parlare del museo di Van Gogh, del quartiere a luci rosse (il red light district) e dei coffee shops.
Tale città possiede infatti innumerevoli luoghi di grandissimo interesse spesso poco conosciuti: è infatti inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità Unesco grazie ai suoi mille canali e alle molteplici tendenze culturali che sono nate al suo interno.
Uno dei luoghi più interessanti da poter visitare ad Amsterdam è sicuramente la Piazza Dam con il Palazzo Reale di Amsterdam.
Nell’antichità il Palazzo Reale non era altro che la sede ufficiale della monarchia olandese. Oggi però viene utilizzato dalla famiglia reale unicamente per le festività e per le visite di Stato.
Nella piazza Dam (così chiamata dagli abitanti di Amsterdam) si possono inoltre trovare molte linee di mezzi pubblici, il Museo delle Cere di Madame Tussaud, la Galleria di Bijenkorf e molti altri punti di interesse.

Altro luogo da poter visitare è il Rijksmuseum ad Amsterdam. Esso è considerato il più importante museo d’arte di tutta l’Olanda, in quanto al suo interno sono presenti numerosissimi quadri, sculture e stampe di ogni genere. Al suo interno racchiude, oltre alle conosciutissime opere di Vermeer e Rembrandt, anche la più grande raccolta di opere di pittori fiamminghi ed olandesi dal quindicesimo al diciannovesimo secolo. Inoltre, al suo interno, esiste una sezione chiamata “i capolavori”, all’interno della quale si potranno ammirare le opere di Piero di Cosimo, Beato Angelico, Bol, de Wit, Hals e naturalmente quelle di Van Gogh.

Altra meta imperdibile di Amsterdam è la casa di Anna Frank: questa non è altro che la casa in cui la giovane ragazza, assieme alla sua famiglia e ad un’alta famiglia do origine ebrea, si nascosero per due anni (dal 1942 al ’44), fino al momento in cui i nazisti scoprirono il loro nascondiglio e li deportarono in svariati campi di concentramento.
Visitandola si avrà la possibilità di ripercorrere il passaggio segreto, dietro ad una libreria, che le famiglie utilizzavano per accedere alle due stanze in cui si nascondevano (e in cui Anna Frank scrisse il suo famosissimo diario). Nel 1960 l’edificio fu reso un vero e proprio museo, il quale è ulteriormente arricchito attraverso fotografie, filmati e oggetti personali delle famiglie, i quali vanno a fornire una testimonianza reale sia di ciò che accadde tra quelle mura, sia delle vicende che caratterizzavano l’Olanda all’epoca della Seconda Guerra Mondiale.
Infine non si può non citare la Oude Kerk, conosciuta anche come la Chiesa Vecchia di Amsterdam. Essa è una cattedrale gotica, nonché uno dei pochissimi luoghi che si salvò dalla furia calvinista che, dal 1566 al 1578, distrusse numerosissimi luoghi di culto. All’interno del pavimento vi sono le tombe di numerosissimi personaggi importanti di Amsterdam. Inoltre, sin dal 1568, ogni 15 minuti esatti il sistema di carrillon formato da 47 campane crea una serie meravigliosa di melodie. Dai 70 metri di altezza della torre campanara si potrà invece godere di uno splendido panorama di tutta la città.

Leggi anche

cracovia

Guida Polonia: consigli di viaggio

Viaggio in Polonia: il periodo migliore La Polonia è una realtà decisamente affascinante e senza ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *