Home / Europa / Guida Spagna
guida spagna

Guida Spagna

Andare in Spagna vuol dire immergersi in un mondo diverso da tutti, è infatti uno dei paesi europei unico sotto vari aspetti.
Spazi distesi e incontaminati, la movida dell’Andalusia e dei paesi Baschi. Anche il clima è unico nel suo genere, nel versante atlantico è contraddistinto da nuvole cariche di pioggia, in netto contrasto con il sole che illumina la costa mediterranea!
Ma dire Spagna è anche dire arte, chi non si appassiona e sogna davanti ad un quadro di Salvador Dalì! Arte, spiagge, movida, divertimento e sangria, e se vogliamo aggiungere qualcosa citiamo anche che il costo della vita è inferiore al nostro, quindi nessun dubbio, visitare la Spagna è un’occasione da non farsi sfuggire!

Passaporto e visto per la Spagna

Fino al 2000 per entrare in un paese anche in Europa era necessario il passaporto ed il visto, ma dall’introduzione del trattato di Schengen tutti gli stati europei sono di libero accesso a tutti i cittadini degli stessi.
Quindi non vengono effettuati controlli individuali, se non ad aeroporti e zone di valico a campione.
Dato che potresti avere dei controlli a campione è sempre bene portare il documento d’identità in corso di validità oppure il proprio passaporto.
Per quanto riguarda invece i minorenni che ancora non detengono la carta d’identità è sufficiente un certificato di nascita provvisto di fotografia che dev’essere autenticata dalla Questura. Naturalmente è importante anche avere con se l’assicurazione sanitaria.

Vacanze in Spagna: quando andare

La Spagna è bella tutto l’anno, ma esistono periodi in cui si trovano giornate di sole stupende e delle temperature gradevoli, la parte più a sud ad aprile è già come in Italia a giugno, ma anche maggio, giugno, settembre ed ottobre sono mesi ideali per passeggiate lungomare o visite ai musei senza il problema di ombrelli.
Per chi ama il caldo quello torrido allora luglio ed agosto sono i mesi ideali, infatti, tranne che nelle alte montagne e nel nord ovest dove fa più fresco, le temperature raggiungono anche i 45 gradi.
Anche l’inverno, soprattutto lungo le coste, è caratterizzato da temperature piacevoli, potete fare lunghe passeggiate sul lungomare dimenticando i piumini. Nella zona delle isole Canarie le temperature sono quasi sempre costanti e senza sbalzi tra giorno e notte.
Sono zone dove il clima è dolce, e questo non cambia in nessuna stagione. le estati sono calde ma non afose e soffocanti e gli inverni sono miti, quindi un paradiso terrestre che non puoi non visitare!

Come arrivare: voli per la Spagna

Per arrivare nel modo più veloce in Spagna sicuramente il mezzo più adatto è l’aereo.
Le nostre compagnie di bandiera, quella spagnola l’Iberia e l’italiana Alitalia collegano giornalmente le principali città italiane con Madrid e Barcellona, Alitalia anche con Malaga, Bilbao e Valencia).
Voli giornalieri per Madrid, Barcellona, Palma di Maiorca da Milano anche con AirEuropa, questa compagnia permette di raggiungere Madrid anche da Roma e Venezia.
Voli quotidiani sono offerti partendo dalle maggiori città italiane anche da AirDolomiti , Meridiana e Air Littoral.
Le isole Baleari (Palma di Maiorca) sono raggiungibili da Milano, durante tutto il periodo estivo, con voli diretti della EasyJet e AirEuropa. Da qualche anno è anche possibile raggiungere Ibiza direttamente da Venezia con My Air.
Dall’areoporto di Milano Orio al Serio si raggiunge Las Palmas con la compagnia di bandiera delle isole Canarie Binter Canarias .
Si possono con un po’ di fortuna trovare anche dei voli low cost in partenza da diverse città italiane per Barcellona, Siviglia, Valencia, Madrid, Ibiza e Malaga.

Raggiungere la spagna in treno, pullman, nave o auto

Se non si vuole viaggiare in aereo un’alternativa è sicuramente il treno, si può trovare un collegamento diretto Milano – Torino – Barcellona che permette di raggiungere la Spagna in circa 13 ore, esiste anche un collegamento da Ventimiglia-Irùn in circa 13 ore e 30 min.
Altra valida alternativa è viaggiare in pullman, troviamo Eurolines, che collega le città di Napoli – Roma – Firenze – Viareggio – Genova con Barcellona – Alicante e Venezia – Padova – Verona – Milano – Savona – Ventimiglia con Barcellona – Alicante – Madrid. Il viaggio dura circa 20 ore fino a Barcellona, 30 fino a Madrid.
Ma la Spagna è raggiungibile anche in nave con le linee Genova-Barcellona di Gnv; la Salerno-Valencia e Civitavecchia, Livorno-Barcellona con la Grimaldi-lines.
Se invece si vuole optare per l’automobile il tragitto più rapido è quello di attraversare la A10 sino a Ventimiglia, per poi attraversare le coste della Francia del sud lungo la A8 fino al confine spagnolo; da qui la A7 conduce fino a Barcellona. Da Barcellona si giunge a Madrid con la A2 via Lérida e Saragozza.
Per raggiungere il sud, da Barcellona si deve proseguire lungo la A7 fino a Lorca, dopo 17 km si imbocca la N342 e la A9 che conduce a Granada e Siviglia, tutte le strade sono ben curate e con indicazioni semplici anche per chi non è del posto, in pratica tutto quello che nella nostra Italia è difficile da trovare.

Spostarsi e trasporti

I voli interni

Ogni giorno le compagnie aeree permettono di raggiungere velocemente ogni parte della Spagna grazie a moltissimi voli.

Mezzi pubblici

La rete ferroviaria spagnola è tra le migliori di tutta Europa.
Da Madrid a Siviglia è possibile usufruire di una linea ad alta velocità, Madrid-Malaga-Torremolinos-Fuengirola sono collegate dal Talgo 200 mentre l’Euromed collega Barcellona a Valencia e Alicante.
Treni turistici speciali permettono di visitare l’Andalusia, ma se si cerca di raggiungere le zone meno turistiche il discorso cambia, purtroppo i treni sono più lenti in questo caso.
Se invece si cerca un servizio ineccepibile sicuramente si trova nei pullman.
Si possono trovare collegamenti comodi in tutta la giornata di bus per tutta la Spagna, ed anche i costi sono minori rispetto all’Italia per lo stesso servizio.
Servizi di traghetti collegano tutte le isole alla terraferma, sono davvero tanti e comodi, troverete tante rotte e molte compagnie di navigazione che sono pronte a servirvi.
Le isole Canarie sono raggiungibili da Cadice con la Transmediterranea che fa anche servizio interno tra le varie isole.

Mezzi a noleggio

Per chi ama viaggiare in completa libertà è possibile noleggiare un’auto e viaggiare, facendo attenzione alle strade a pedaggio che sono segnalate in spagna dalla lettera A le statale dalla N e le provinciali con la lettera C.

Altri mezzi

Per chi invece adora la bicicletta ci sono molte piste ciclabili fantastiche che possono essere percorse anche da chi non è un ciclista provetto, si trovano scorci davvero indimenticabili.

girona

Dormire in Spagna: Hotel e pernottamento

In Spagna l’offerta per pernottamento sono davvero ampie, si possono trovare dagli hotel a quattro stelle ed i villaggi turistici direttamente sul mare fino a ostelli della gioventù.
Sono molti anche i campeggi con spazi per roulotte e tende.
Parlando di prezzi le più economiche sono le pensioni ed i bad and breakfast che non superano i 50 euro per una camera doppia.
Gli hotel in media invece chiedono fino ad 80 euro per una camera matrimoniale.
Anche i campeggi hanno prezzi bassi e alla portata di tutti, diversamente dall’Italia è possibile il campeggio libero ma è sempre bene chiedere prima di piazzare la tenda, a meno che il posto dove accampate non sia davvero isolato.

Clima e meteo in Spagna

Il litorale atlantico per via dell’influenza della Corrente del Golfo vanta un clima soleggiato, ma con la possibilità di avere giornate molto nuvolose. Questa è una delle zone più umide e nelle giornate di caldo anche quella più afosa.
La Meseta ha un clima continentale con temperature tra le più elevate durante l’estate, è la parte più arida. Durante l’inverno si possono manifestare delle gelate, che nelle altre parti invece non si vedono se non raramente.
Nella zona mediterranea si possono godere estati soleggiate e calde, inverni miti, degli autunni piovosi e delle primavere fantastiche.

Festival e tradizioni

La Spagna è terra di tradizioni ed arte, puoi trovare ogni sorta di intrattenimento, sulla costa ogni sera puoi trovare fiumi di sangria e locali con musica dal vivo.
Per gli amanti dell’arte sono sempre tantissime le mostre ed i musei aperti per tutto il giorno e la sera.
Se invece si parla di tradizioni la festa più caratteristica ed importante si svolge nel mese di settembre, a Barcellona. La festa in questione è dedicata alla Vergine della Mecè, che è anche la patrona della capitale spagnola.
Il protagonista principale di questa festa è il fuoco, per tutte le strade principali vengono realizzate delle pignatte a forma di draghi che contengono fuochi d’artificio che vengono alla fine esplosi.
Ma passeggiando per le strade è possibile trovare dei gruppi folkroristici che danzano e che insegnano le danze tradizionali a tutti i turisti, mentre i castellers si esibiscono nella realizzazione della torre umana più alta.
Alla fine della festa si possono ammirare fantastici spettacoli di fuochi d’artificio.

Leggi anche

Vacanze estate 2017: alla scoperta della Spagna!

Vuoi pianificare una vacanza in Spagna? Leggi la nostra guida alle migliori regioni dove passare ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *