Home / Itinerari / Quattro giorni a Parigi con figli al seguito
parigi

Quattro giorni a Parigi con figli al seguito

Parigi è una città estremamente affascinante che, oltre ad essere ricca di monumenti meravigliosi e di musei famosi nel mondo, è famosa per la sua vita mondana e lo shopping lussuoso e trendy.
Con quattro giorni a disposizione bisogna usare la metropolitana o l’autobus; i biglietti unici hanno tariffe variabili a seconda delle zone. Vi sono anche i taxi e le biciclette a noleggio.

Primo giorno: Notre Dame, lungo Senna, Sainte Chapelle, Saint Germain de Pres, Quartiere latino, Pantheon

Notre Dame è il simbolo di Parigi, allo stesso modo della Senna, dove si possono ammirare numerose bancarelle che vendono di tutto. Verso l’Ile Saint Louis ci sono edifici del XVII secolo e negozi d’altri tempi che introducono in uno dei punti più pittoreschi di Parigi. Se c’è tempo vale la pena fare un giro sulla Senna con i caratteristici battelli.

Secondo giorno: Jardin des Tuileries, Place de la Concorde, Champs Elysee, Arco di Trionfo, Defense, Torre Eiffel

I meravigliosi Jardin des Tuileries sono un tipico esempio di giardini alla francese. Il viale centrale lungo 1 km arriva a Place de la Concorde con il suo obelisco; all’angolo nord est della piazza c’era la ghigliottina ai tempi della rivoluzione. Attraversando gli Champs Elysee si può dare un’occhiata alle vetrine dei negozi e respirare l’aria del salotto buono di Parigi. Il viale lungo circa 2 km si conclude con l’ottocentesco arco di trionfo edificato da Napoleone. Arrivati al quartiere Defense l’architettura cambia radicalmente: se prima era ottocentesca adesso vi sono 30 edifici moderni edificati su una piattaforma di 1200 × 250 metri. I mezzi di trasporto viaggiano al livello inferiore e le persone a quello superiore. Un altro must di Parigi è la Torre Eiffel, raggiungibile velocemente con la metropolitana partendo dalla Defense.

Terzo giorno: Museo del Louvre o Museo d’Orsay

I biglietti del Louvre si possono acquistare ovunque, anche su Internet o alle fermate della metropolitana ed è bene dotarsi di scarpe comode per cercare di visitare la maggior parte dei chilometri di pitture ed opere d’arte di inestimabile valore. Il Museo d’Orsay era una stazione ferroviaria e qui si possono ammirare opere immortali di molti pittori dell’ottocento.

Quarto giorno: Disneyland Paris

Dopo tanta cultura è il momento di dedicarsi al divertimento e visitare Disneyland Paris, distante circa 30 km da Parigi e raggiungibile con la metropolitana in mezz’ora. È possibile pernottare all’interno del parco ed è consigliabile portarsi dietro qualche panino perché il cibo a Parigi è costoso. Anche l’acqua è molto cara e al ristorante una bottiglia di acqua minerale ha un prezzo esorbitante.

Leggi anche

santacroce

L’immensa ricchezza Barocca del Salento

Con la sua immensa storia ed il contributo innegabile fornito alla cultura, l’Italia è la ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *